Come installare WordPress su Amazon Lightsail

Lightsail è un servizio di Amazon Web Server (AWS) rivolto a chi desidera creare e gestire il suo sito web o la sua app su un server privato virtuale, in cloud computing, il che significa fare a meno di infrastruttura fisica su cui poggiano i nostri siti e progetti digitali (hosting, server fisici, sistemi operativi e applicazioni possibili) per affidare tutto al cloud computing, facendo a meno dei limiti (e dei costi) spesso onerosi dei servizi di hosting, e senza rinunciare ad applicazioni funzionali e importanti come WordPress.

Se sei un imprenditore singolo o gestisci una piccola impresa che non ha un amministratore di sistema a portata di mano, puoi facilmente utilizzare Lightsail per creare, distribuire e mantenere un sito Web WordPress self-hosted portandolo online in pochi minuti, anche se non hai esperienza precedente con AWS.

Il nostro sito di Active Powered gira proprio sui server di Lightsail, quindi visto che siamo i primi ad usarlo, lo vogliamo consigliare come alternativi ai più classici Siteground, Aruba, Bluehost, eccetera.

Cos’è il cloud computing?

È un sistema di distribuzione on-demand delle risorse IT tramite Internet, con una tariffazione basata sul consumo. Piuttosto che acquistare, possedere e mantenere i data center e i server fisici, è possibile accedere a servizi tecnologici, quali capacità di calcolo, storage e database, sulla base delle proprie necessità affidandosi a un fornitore cloud.

Fino a poco tempo fa creare e gestire un sito complesso totalmente in cloud era appannaggio dei soli esperti. Con Lightsail, AWS ha creato una interfaccia più friendly destinata agli user entry-level offrendo l’accesso a un server privato virtuale configurabile e una suite di strumenti facili da usare. Lightsail offre tutto l’occorrente per lanciare rapidamente un progetto: macchine virtuali, container, database, CDN, gestione di DNS e tanto altro a prezzi mensili contenuti e prevedibili.

come installare WordPress su Amazon Lightsale - home di amazon lightsale
La home di Amazon Lightsail

I vantaggi del cloud computing

  1. Ha meno problemi operativi. Può sembrare complicato, ma in realtà presenta molti meno problemi rispetto ad altre infrastrutture. Poiché il cloud viene eseguito sui propri server tramite un’azienda il cui unico compito è rendere il cloud funzionale e privo di bug, di solito è molto più affidabile del tuo server in loco.
  2. Fa risparmiare denaro. Nel momento in cui si verifica un piccolo bug, l’azienda che gestisce la tua rete cloud probabilmente sta già cercando una soluzione. Se questo fosse il tuo server remoto, dovresti presentare un reclamo al supporto tecnico e chiedere al dipartimento di inviare qualcuno a esaminarlo.
  3. È scalabile. I server tradizionali richiedono aggiornamenti costosi che costano molto in anticipo. Se la tua attività non si espande quanto speravi, sono soldi che hai sprecato. I fornitori di servizi cloud di solito ti consentono di aumentare e diminuire senza problemi. Acquista più concerti quando ne hai bisogno e risparmia quando non lo fai.
  4. Richiede meno capitale di partenza. Una delle parti più difficili della gestione di una startup è trovare il capitale per far funzionare il tuo modello di business e pagare i tuoi dipendenti. I costi del server possono essere astronomici e un investimento enorme. Il cloud computing richiede costi di avvio inferiori rispetto a un normale server locale. Paghi semplicemente la quantità di spazio di archiviazione necessaria al mese.
  5. Riduce la tua impronta di carbonio. Richiedendo meno server fisici, il cloud consente alle aziende di ridimensionare i propri data center (o di eliminarli completamente). Meno server significa meno risorse utilizzate. Inoltre, la maggiore capacità di condividere file richiede un numero molto inferiore di stampe tra il tuo team, salvando il pianeta e facendoti risparmiare denaro.

Uno studio di Microsoft ha rilevato che il cloud storage può essere tra il 79 e il 93% più efficiente dal punto di vista energetico rispetto a un tradizionale data center in sede.

Insomma, i vantaggi del cloud computing superano di gran lunga gli svantaggi. C’è un motivo per cui l’85% delle aziende utilizza più cloud e questa percentuale dovrebbe crescere fino al 98% entro i prossimi tre anni.

Hosting e server gestiti e non gestiti.

Lightsail di Amazon offre server privati virtuali (VPS) non gestiti. Cosa significa?

Un VPS gestito, consente ai clienti di preoccuparsi di più del “cosa” che del “come” nel gestire le risorse del sito che stai per creare. Lightsail può gestire l’infrastruttura sottostante necessaria per un determinato lavoro o una serie di lavori che desideri eseguire sul tuo VPS.

Un VPS non gestito invece fornisce una semplice esperienza di hosting in cui il client è responsabile dell’installazione, configurazione e aggiornamento del software. E soprattutto se nascono dei problemi di malfunzionamenti il cliente deve affrontarli da solo.

I piani di Lightsail sono per VPS non gestiti, tuttavia se vogliamo anche risolvere il problema dell’assistenza, possiamo acquistare dei pacchetti di supporto tecnico che ci consentano di non essere da soli in caso di problemi. Lo spieghiamo più avanti.

Visto però il costo dell’assistenza tecnica premium, non la consiglio a nessuno che non usi anche altri servizi di AWS. In altre parole, consiglio Lightsail solo a chi ha le competenze tecniche per gestirsi da solo un VPS.

Perché usare WordPress su Amazon Lightsail

Il successo di un sito dipende anche dall’hosting dove è ospitato. Scegliere il fornitore giusto assicura alcuni vantaggi: tempi di caricamento più rapidi, SEO migliorato, maggiore velocità in tutte le fasi di calcoli ed elaborazioni con conseguenti tempi ridotti. In questo post trovi la nostra esperienza quando con il sito di Active Powered siamo passati a Lightsail.

In particolare, rispetto ad altri servizi di cloud computing, Lightsail offre questi vantaggi:

  • Interfaccia utente semplificata. Funziona tramite software preinstallato. Ci sarà meno confusione per gli utenti che lo utilizzano per la prima volta.
  • Familiarità. Gli sviluppatori e le aziende che utilizzano Amazon Lightsail per l’hosting web e lo sviluppo di applicazioni lo troveranno facile da usare.
  • Accessibilità: l’abbonamento base costa, al momento in cui scriviamo, 3,50$ e il primo mese è gratuito, per cui si possono fare tutte le prove che si vogliono prima di cominciare a spendere. Nota che se vuoi installare WordPress, dovresti prendere come minimo il piano da 5$ al mese.
  • Ecosistema: vantaggi di godere di un ecosistema AWS enorme e potente per gestire tutte le scalabilità future.
  • Affidabilità: la necessità di sostituzione è rara poiché i servizi vengono eseguiti attraverso l’infrastruttura e i data center di Amazon.
  • Storage a disponibilità elevata. Ogni server Lightsail è dotato di uno storage persistente basato su SSD ad alte prestazioni.
  • Innovazione futura. Machine learning, intelligenza artificiale, data lake, analytics e Internet of things sono più facilmente implementabili, potendo contare sull’ecosistema AWS, continuamente aggiornato.
come installare WordPress su Amazon Lightsail - ambiti di Lightsail
Ambiti di lavoro in Lightsail

Cosa contiene un piano Lightsail

Qualsiasi piano include un server virtuale con una quantità di memoria fissa (RAM) e calcolo (CPU), storage basato su SSD (dischi) e una quota gratuita per il trasferimento dei dati. I piani Lightsail offrono inoltre indirizzi IP statici (5 per account) e gestione DNS (3 zone di domini per account). In altre parole, tutto quello che ti serve per gestire un sito web (a parte il dominio, che puoi comprare su Siteground o qualsiasi altro provider che venda domini senza dover per forza comprare anche l’hosting).

I piani Lightsail vengono fatturati su base oraria on demand, perciò paghi esclusivamente per l’effettivo utilizzo.

Questo significa che se compri un server che costa 10$ al mese, ma lo usi per 1 settimana, pagherai solo 2,50$ (un quarto dei 10$ al mese, visto che l’hai usato per un quarto del mese). Non devi per forza pagare l’intero mese in anticipo.

WordPress con Lightsail: i vantaggi

  • È adatto ai principianti. Lightsail è concepito per aiutare i nuovi utenti a iniziare con AWS. Con la console di gestione puoi gestire le principali opzioni di configurazione del tuo server.
  • Ha un limite mensile stabilito. Con Lightsail, paghi una tariffa oraria per le risorse che consumi, fino a un costo mensile massimo prestabilito.
  • È flessibile. Cosa succede se il tuo sito web supera l’abbonamento? Se hai bisogno di più risorse, puoi aggiornare la RAM e la capacità di archiviazione in qualsiasi momento migrando a una nuova istanza Lightsail. In alternativa, se devi ridurre i costi o risparmiare risorse, puoi passare a un’istanza Lightsail più piccola.
come installare WordPress su Amazon Lightsale
Lightsail è totalmente in italiano.

WordPress con Lightsail: gli svantaggi

  • Non si scala automaticamente. Sebbene tu possa eseguire l’aggiornamento a un’istanza di Lightsail più grande in qualsiasi momento, Lightsail non farà girare istanze aggiuntive fino a quando vengono soddisfatti determinati criteri e non rallenterà le risorse quando non sono più necessarie. Se stai creando un sito web personale o il tuo sito non è fondamentale per l’azienda, questa mancanza di agilità non è un problema, ma lo può essere per l’azienda o per siti web con carichi di lavoro fluttuanti.
  • È necessario pagare un extra per il supporto tecnico. Per impostazione predefinita, tutti gli utenti hanno diritto al pacchetto di supporto di base, che fornisce l’accesso alla documentazione, ai white paper e ai moduli di supporto AWS ufficiali ma solo per l’assistenza amministrativa. Se hai bisogno di supporto tecnico, dovrai acquistare un pacchetto di supporto separato, oppure affrontare il problema da solo.
  • Lightsail non ti guida. Se sai quello che stai facendo e non ti serve di qualcuno che ti prenda per mano e ti guidi ogni passo, ottimo! Lightsail ha tutti gli strumenti che potresti mai sognare. Ma se ti senti perso senza video e guide dettagliate, allora forse è meglio puntare su servizi più semplici da utilizzare.

Come installare WordPress su Amazon Lightsail

La prima cosa da fare è aprire un account AWS. Prima di farlo considera che ti servirà una carta di credito per acquistare un piano (con prova gratuita e un mese gratis) e, se si tratta di un progetto ex novo, un nome di dominio da acquistare per poi assegnarlo al sito che aprirai, gestito da Lightsail.

Ti consiglio, per WordPress, almeno il piano da 5$ al mese: WordPress ha un framework pensante e gli servono le risorse. Ma se hai un sito già avviato e con del traffico, allora prendi quello da 10$.

Devi scegliere anche un pacchetto di assistenza.

come installare WordPress su Amazon Lightsale piani a disposizione
I pacchetti di supporto disponibili in Amazon Lightsale

Come abbiamo detto prima, l’assistenza è extra. Per iniziare scegli comunque il supporto gratuito, che fornisce assistenza solo amministrativa, e per quella tecnica troverai comunque una corposa documentazione. A un prezzo di 29$ al mese, se hai bisogno di assistenza, Lightsail perde il suo più grande vantaggio competitivo.

Installare WordPress su Lightsail: procedura passo per passo

Di seguito le scelte obbligatorie da fare. Ce ne sono anche di opzionali, ma queste le puoi rimandare ad un secondo momento.

Utente Root e Utente IAM

come installare WordPress su Amazon Lightsale

La prima scelta da fare dopo aver completato la registrazione, è tra Utente Root e IAM.

Il secondo è subordinato al primo. In pratica il Root è l’admin, che fornisce le impostazioni e possiede tutti gli accessi. Gli utenti IAM hanno accessi limitati ad alcune risorse decide dal Root e in prospettiva sono gli operatori che si occuperanno di ruoli precisi. Successivamente, in base al progetto, potrai creare diversi utenti IAM.

Cosa deve fare l’utente che lavora o prevede di lavorare da solo? AWS consiglia lo stesso di creare successivamente anche un profilo IAM per se stessi, per questioni di sicurezza. Ovviamente all’inizio scegli di essere utente Root e prosegui, in un secondo momento, ricordati di crearti anche un ruolo IAM.

Non farti spaventare dal termine: root significa semplicemente account amministratore.

Creare una istanza

Lightsale ha una interfaccia pensata per gli user non esperti

L’Istanza è il tuo server virtuale, la piattaforma con sistema operativo dove sarà ospitato il tuo sito in WordPress. Nella console Lightsail, scegli crea una istanza e fai le seguenti scelte.

Scegli una posizione dell’istanza-server

Scegli la posizione geografica più vicina a dove prevedi si troveranno la maggior parte degli utenti del sito. Se sono italiani, scegli Parigi o Francoforte.

Scegli la piattaforma e l’app

come installare WordPress su Amazon Lightsale

In Lightsail, WordPress gira su sistema operativo Linux/Unix. Quindi seleziona come piattaforma Linux/unix, premi il tasto App+Os e di seguito seleziona WordPress.

Scegli il piano per l’Istanza

Come detto, prendi un piano da 5$ per un nuovo sito web, o uno da almeno 10$ per siti web già avviati (in base al traffico che hai al momento).

Identifica l’Istanza

Assegna un nome al progetto WordPress che stai creando. Qui puoi inserire il titolo del progetto, del sito o del blog che stai creando. Dopodiché clicca sul pulsante Crea Istanza.

Dashboard di Lightsale

come installare WordPress su Amazon Lightsale

Dopo aver creato l’Istanza, eccoti della dashboard di Lightsale. Quella che vedi sotto, con il marchio WordPress è l’istanza che hai creato, l’immagine del server virtuale con una piattaforma e una applicazione WordPress. Devi però finire di configurarla.

Configurare WordPress

Anzitutto come vedi, nella tua Istanza c’è un indirizzo IP provvisorio. Se copi l’indirizzo e lo apri su una altra scheda del browswer, ti porterà alla pagina preimpostata di WordPress che segnala l’apertura di un nuovo sito. Ora dobbiamo creare l’accesso al backend, il pannello di controllo.

Guarda in basso a destra, c’è il pulsante di amministrazione. Cliccaci e accederai ad alla pagina di login.

come installare WordPress su Amazon Lightsale
Ecco il sito appena creato con l’istanza Lightsail. Ora dobbiamo configurare il backend, clicchiamo su Manage, nel riquadro a destra.

Pagina di login WordPress.

Cliccando sul login andremo nella classica pagina di WordPress per accedere ai backend, abbiamo anche lo username, che è preimpostato: “User”. Ma ci serve la password, che è stata creata automaticamente quando abbiamo creato l’istanza ma che al momento non abbiamo. Dove la troviamo? Adesso lo vediamo, intanto Lascia aperta questa pagina, ti servirà quando ci tornerai con la password.

Trovare la password dell’Istanza WordPress

Ritorna alla dashboard di Lightsale. Accanto al nome dell’Istanza c’è un pulsantino arancione. Serve ad avviare una sessione di Ubuntu in SSH.

Per trovare la password dell’istanza wordpress premi il pulsante arancione e scegli “connetti”

Segui esattamente questi passaggi:

Clicca sul pulsante arancione e scegli connetti.

Si aprirà una sessione SSH del sistema operativo. Niente panico, è facile. Vai all’ultima riga e dove c’è il quadratino grigio, cliccaci con il mouse e scrivi questa riga di comando, cosi come la leggi:

cat $HOME/bitnami_application_password

come installare WordPress su Amazon Lightsale
Aggiungi la stringa di codice subito dopo il rettangolo grigio

Premi invio. Se non succede niente c’è qualcosa che non va nell’ortografia: controlla segni e spazi, cancella e riscrivi.

Come deve apparire la riga di codice

Se la riga è giusta, il client SSH ora visualizzerà la password necessaria per accedere alla dashboard di WordPress.

nel riquadro rosso la tua password.

prendi nota di questa password (Puoi copiarla negli appunti cliccando sul simbolo degli appunti arancione in basso a destra).

come installare WordPress su Amazon Lightsale
Cliccando sul simbolo appunti troverai la password che potrai copiare.

Ora che hai la password di accesso al backend, torna nella pagina che hai lasciato aperta di WordPress, clicca su Login e quando appare la tabella di login standard di WordPress inserisci come nome utente “User” e come password quella visualizzata nel finestra del Client SSH.

come installare WordPress su Amazon Lightsale

Se tutto è andato liscio, dovresti entrare nel pannello di amministrazione del tuo sito WordPress, ospitato su Istanza Lightsail!

Utilizza il pannello di controllo di WordPress per cliccare su Users e cambiare nome utente e impostare una password di tua scelta, per i successivi login.

Settaggi successivi necessari: crea un indirizzo IP statico

Torna nella dashboard di Lightsail e terminiamo di configurare l’istanza. È necessario creare un IP statico in quanto con un IP dinamico che cambia ogni volta saresti costretto a modificare i DNS ogni volta. Nella console di Lightsail clicca su Reti e segui questi passaggi.

Seleziona Crea IP Statico e associalo all’istanza creata.

Assegna un nome univoco all’IP (io ho lasciato quello predefinito, ma tu puoi mettere qualcosa come staticip – nomesito.

Fai clic su crea e ottieni il tuo IP statico.

come installare WordPress su Amazon Lightsale

Crea zona DNS

Abbiamo quasi finito. Qui dobbiamo fare due diverse procedure a seconda se stiamo creando un progetto con un nuovo dominio oppure ne abbiamo già uno da trasferire sull’istanza Lightsail. Nel primo caso, possiamo già in questa fare acquistare un dominio con Amazon Route53 e In questo caso i DNS ci saranno già forniti in automatico e non dovremo re-impostare nulla.

In caso di dominio già registrato e con DNS già attivi, dobbiamo cambiarli e creare una nuova zona DNS. Ritorniamo in dashboard e clicchiamo su Reti e poi su Crea Zona DNS.

I passaggi sono:

Inserisci il nome di dominio che vuoi utilizzare e a cui vuoi cambiare i DNS (senza “www”).

Clicca su Crea Zona DNS. La console di Lightsail ora visualizzerà diversi indirizzi di server dei nomi.

come installare WordPress su Amazon Lightsale

Per trasferire la gestione dei tuoi record DNS a Lightsail, dovrai accedere al sito web del tuo provider di hosting DNS e sostituire i server dei nomi esistenti con quelli dei server dei nomi di Lightsail. Segui le procedure di cambio DNS del tuo provider per ulteriori informazioni.

Mappatura della radice del tuo dominio

Sei alla fine, un ultimo sforzo! Ora, devi mappare la radice del tuo dominio sulla tua istanza Lightsail. Vai su Lightsail Console > Reti e seleziona la tua istanza WordPress. Nella sezione dei record DNS , fai clic su Aggiungi record.

Nella casella Sottodominio, inserisci il carattere @ , poiché significa che stai mappando la radice del tuo dominio e non un sottodominio.

come installare WordPress su Amazon Lightsale

Seleziona la casella Risolve e, nel successivo menu a discesa, scegli l’indirizzo IP statico che hai collegato a questa istanza di WordPress. Salva le modifiche facendo clic sul segno di spunta verde.

Potrebbe essere necessario attendere mentre il server dei nomi si propaga attraverso il DNS di Internet, quindi questa modifica potrebbe non essere immediata.

Le configurazioni principali sono finite. Ora sei pronto per costruire il tuo sito Web in WordPress su piattaforma cloud di Amazon Lightsail!